Cenni sulla prospettiva

La prospettiva è un complesso di convenzioni nell’arte del disegno, per rappresentare illusoriamente, su una superficie piatta – tela o qualsiasi altro supporto – rilievi, spazi e profondità.

Questa, per non essere confusa con la prospettiva “aerea”, viene chiamata “prospettiva lineare”. Rispettando le leggi della prospettiva lineare, gli oggetti della stessa altezza e larghezza risultano di dimensioni notevolmente diverse a seconda dei piani in cui si trovano, dando così l’effetto “distanza”. A tutti noi è capitato di osservare i binari dei treni che in lontananza tendono a congiungersi. Nel disegno, la superficie del supporto viene chiamata con il termine di “piano di proiezione”.

La prospettiva aerea serve agli stessi scopi e viene impiegata dai pittori, con la variazione delle gamme cromatiche, rappresentando i piani lontani con tenui grigi e senza contrasti e, i primi piani, molto nitidi, con colori vivi e forti contrasti. Impiegando insieme le due prospettive, l’opera si arricchisce di tono e di profondità.

Ritornando alla prospettiva lineare, tre sono i tipi:

  • Prospettiva parallela ad un solo punto di fuga
  • Prospettiva obliqua a due punti di fuga
  • Prospettiva aerea a tre punti di fuga

Dal momento che questo è un semplice corso pratico di pittura, possiamo trascurare con tranquillità la prospettiva aerea. Con la buona conoscenza di queste semplici leggi, diventa possibile disegnare, schizzare, e dipingere con una certa disinvoltura e senza cadere nelle trappole ingannatrici, disseminate dalla nostra fantasia inconscia, durante la realizzazione del quadro.

Prospettiva parallela
Prospettiva parallela: un solo punto di fuga (in questo caso c’è un secondo punto di fuga ma è trascurabile).
prospettiva obliqua
Prospettiva obliqua: due importanti punti di fuga.
prospettiva
La facciata di un palazzo segue le leggi della prospettiva.

I punti di fuga sono i luoghi dove tutte le linee vanno ad incontrarsi. In entrambe le prospettive, i punti di fuga si trovano all’orizzonte, e la linea dell’orizzonte si trova sempre all’altezza degli occhi dell’artista.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *