Testo e accordi di Come mai cantata da Max Pezzali

Come mai (883) di Max Pezzali

Scarica il file in pdf di: Testo e accordi di Come mai di Max Pezzali

Informazioni generiche sul brano

Il presente brano musicale è scritto e cantato da Max Pezzali. Uscì nel 1993 e fu estratto dall’album “Nord sud ovest est” degli 883, di cui lo stesso cantante fa parte. Fu cantato insieme a Fiorello al Festival di Sanremo conquistando il primo posto.

La canzone – fra le più popolari della band degli anni Novanta, insieme a “Nord sud ovest est” e “Sei un mito” – raggiunse il primo posto nelle classifiche di vendita, rimanendovi per molte settimane.

Esistono ad oggi due video della presente canzone: uno ha più che altro immagini di backstage già presenti nel video di “Nord sud ovest est”. L’altro venne realizzato in seguito al successo della versione cantata insieme a Fiorello. Quest’ultimo nel video  imita noti cantanti italiani: Ruggeri, V. Rossi, Guccini, Baglioni e Battiato in un’ambientazione legata al compleanno di Mauro Repetto degli stessi 883..

Testo della canzone

Le notti non finiscono
All’alba nella via
Le porto a casa insieme a me
Ne faccio melodia
E poi mi trovo a scrivere
Chilometri di lettere
Sperando di vederti ancora qui

Inutile parlarne sai, non capiresti mai
Seguirti fino all’alba e poi
Vedere dove vai
Mi sento un po’ bambino ma
Lo so con te non finirà
Il sogno di sentirsi dentro ad un film

E poi all’improvviso sei arrivata tu
Non so chi l’ha deciso
M’hai preso sempre più
Una quotidiana guerra
Con la razionalità
Ma va bene purché serva per farmi uscire

Come mai, ma chi sarai, per fare questo a me
Notti intere ad aspettarti, ad aspettare te
Dimmi come mai, ma chi sarai per farmi stare qui
Qui seduto in una stanza, pregando per un sì

Gli amici se sapessero che sono proprio io
Pensare che credevano
Che fossi quasi un dio
Perche non mi fermavo mai
Nessuna storia inutile
Uccidersi d’amore, ma per chi?

Lo sai all’improvviso sei arrivata tu
Non so chi l’ha deciso
M’hai preso sempre più
Una quotidiana guerra con la razionalità
Ma va bene purché serva per farmi uscire

Come mai, ma chi sarai, per fare questo a me
Notti intere ad aspettarti, ad aspettare te
Dimmi come mai, ma chi sarai, per farmi stare qui
Qui seduto in una stanza, pregando per un sì

Dimmi come mai, ma chi sarai, per fare questo a me
Notti intere ad aspettarti, ad aspettare te
Dimmi come mai, ma chi sarai, per farmi stare qui
Qui seduto in una stanza, pregando per un sì
Dimmi come mai, ma chi sarai, per farmi stare qui
Qui seduto in una stanza, pregando per un sì

Fonte: LyricFind

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.