Emozioni pittoriche

Le mie emozioni, la mia pittura

Le emozioni di Stefano Busonero trasfigurate in Pittura

Queste sono le mie emozioni che ho tradotto in pittura formato 5,5 x 8,5 cm di dimensione salvo una decina di eccezioni.

Le emozioni più strane, assurde, mai inquietanti, che spesso, diventano presenze amichevoli, consuete. La loro raffigurazione prende molto spesso valenze astratte mediando il mio  modo di sentire lo scorrere della vita, di prendere coscienza del mondo e degli oggetti naturali, alterando le visioni oniriche in una chiave di lettura psicologica. L’emozione che diviene arte! L’emozione che si converte in creatività pittorica! Evviva la Pittura!

 Nell’emozione n° 141: Dentro una cellula  ………  una serie di errori ………

141a5 Metamorfosi
141a5 Metamorfosi
164a5 prima
164a5 Prima


Quadri con emozione pittorica di Busonero Stefano

Stefano Busonero

In questa pagina sono riportati i miei incubi preferiti  … … …. per le mie emozioni pittoriche complete  e con commento digitare    Le mie emozioni.

 

 Cosa c'è fuori?
Cosa c’è fuori?


Quadri microscopici: i quadri più piccoli del mondo

 

Stefano Busonero

Storie stravaganti di Stefano Busonero
Un mio libro: Storielle stravaganti di un eccentrico santostefanese

       L’omologazione ufficiale nel famoso libro del Guinness dei Primati (pag. 186 dell’edizione italiana 1996) premia la sua attività di grande impegno pittorico e tecnico, attraverso il quale è giunto l’anno dopo, a fare quadri microscopici ancora più piccoli fino a raggiungere le dimensioni di 0,25 mm. di diametro (0,049 mmq. di superficie), come nel caso del quadro con il volto di Oliver Hardy, eseguito dentro la cavità di un ago da siringa, o come un paesaggio marino nella cruna di un piccolo ago da sarta.

A pensare che il Busonero aveva creato questo filone artistico (quello dei quadri microscopici) come provocazione per dimostrare che la pittura, oltre a non avere confini prestabiliti di ordine stilistico, non soggiace neanche a limiti spaziali.

A vedere questi quadri che ad occhio nudo non sono altro che un microscopico puntino o poco più – ma ecco che l’artista si è premurato di aggiungere una foto ingrandita – non si può assolutamente rimanere indifferenti.

Ciò che stupisce è che la figura tanto piccola, sia ben definita e mantenga la qualità dei quadri più grandi. La sua capacità di operare nell’incredibilmente piccolo, frutto di un’abilità e di una pazienza straordinaria, hanno destato l’attenzione e la curiosità dei moderni mezzi di comunicazione, tanto che l’artista è stato chiamato a presentare le sue ‘tele’ nelle più rinomate rubriche televisive, ed i giornali a forti tirature hanno parlato di lui con critica positiva.

Marina in cruna di ago ingrandita
Marina in cruna di ago ingrandita

        La sua pittura, tutta giocata in senso figurativo, esprime un modo di sentire, una presa di coscienza degli oggetti e della natura, un bisogno insopprimibile di rappresentare la realtà come è, sulla base della tradizione impressionistica, da cui ha sviluppato una evoluzione personale.

Qualche volta però l’artista si abbandona al fascino di riprodurre fedelmente le celebri opere dei maestri della Scuola di Parigi, rendendogli così il dovuto riconoscimento e nel contempo spostando una reverente sfida nel campo del puro virtuosismo tecnico, che si esplica nella dimensione molecolare, cui la civiltà e la scienza oggi fanno continuo riferimento.

Protagonisti delle sue opere sono la luce e le tinte equilibrate, la cui sintesi ottica procede in modo razionale, offrendo all’osservatore un godimento immediato. Ciò non vuol dire che la sua pittura è statica e ripetitiva, al contrario vi è la continua ed – oserei dire – ossessiva ricerca di nuovi accostamenti cromatici e di nuove tecniche, che denotano una grande maturità ed una sensibilità non comune. Il ‘demone’ del volersi spingere sempre più avanti lo porta a soventi crisi di ripensamento a cui segue inevitabilmente una pausa di meditazione da cui nascono sempre nuove idee e nuova linfa vitale.

        Quanto appaiono lontani nel tempo, seppure legati tra loro da un nesso logico evolutivo, il primo periodo ritrattista, il tempo del grande formato con marine e campagne maremmane e il ciclo delle originali e belle carte geografiche pitturate, ritenute tanto valide da essere poi riprodotte in stampa. Busonero ci propone volutamente anche alcune opere dipinte su schede telefoniche esaurite, frutto di una esperienza creativa precedente, oltre che numerosi studi riproduttivi di opere dei maestri  dell’impressionismo.


Dipinti microscopici di Stefano Busonero

flag uk  English web-site

Stefano Busonero  Quadri microscopici e miniature

Stefano Busonero: Una marina di Porto Santo Stefano dipinta sul globo terracqueo di un centesimo di euro
Stefano Busonero: Una marina di Porto Santo Stefano dipinta sul globo terracqueo di un centesimo di euro

Queste mie miniature per essere attentamente osservate occorre la lente d’ingrandimento e talvolta lo stereoscopio come nel caso del micro-quadro n° 12 (paesaggio marino).

Nelle miniature, dove sono rappresentate le riproduzioni dei grandi Maestri del passato, ho cercato di curare in modo significativo anche le somiglianze dei volti – che in alcuni casi – sfiorano il millimetro quadrato di superficie. Tutte le miniature sono state da me incorniciate in materiale ligneo. Tra queste opere viene raffigurata l’immagine di S. Pio.

I primi microquadri sono raffigurati su uno stravagante supporto: il globo terracqueo di una monetina da un centesimo di euro.

Paesaggio marino: Porto Santo Stefano
Paesaggio marino: Porto Santo Stefano
Notturno
Notturno
Ritratto di bambino con gatto
Ritratto di bambino con gatto
Pescherecci al fermo a Porto Santo Stefano.
Pescherecci al fermo a Porto Santo Stefano.
Barche a banchina
Barche a banchina
Marina della Pilarella ci Porto Santo Stefano
Marina della Pilarella su una moneta da un centesimo
Marina dipinta nella cruna di un ago da sarta.
Marina dipinta nella cruna di un ago da sarta.
S. Pio 3,8x4,8 mm
1 – S. Pio 3,8 x 4,8 mm.
S. Pio 7,2 x 8 mm
2 – S. Pio 7,2 x 8 mm.

Due riproduzioni microscopiche di due grandi impressionisti: Il bar delle Folies-Bergère di Edouard Manet e La colazione dei canottieri di August Renoir.

Renoir 6,8x9,5 mm
3 – Manet – Bar delle Folies-Bergère, 6,8 x 9,5 mm.
Renoir 6,9x9,4 mm
4 – Renoir 6,9 x 9,4 mm.

Due riproduzioni microscopiche Paul Gauguin e Raffaello: Due tahitiane e La Madonna d’Alba.

 Gauguin 4,5x5,7 mm
5 – Gauguin – Due tahitiane, 4,5 x 5,7 mm.
Raffaello 9,8 mm
6 – Raffaello – Madonna d’Alba, 9,8 mm.

Due quadri microscopici con raffigurate due riproduzioni di Vincent van Gogh:

Van Gogh 6 x 7,5 mm
7 – Van Gogh – Mulino Radet  6 x 7,5 mm
Van Gogh 2,3 x 3 mm
8 – Van Gogh – Natura morta con cipolle, 2,3 x 3 mm.
Una miniatura ed un quadro microscopico (entrambi di Vincent van Gogh)
Van Gogh 7 x 8 mm
9 – Van Gogh – Scarpe, 7 x 8 mm.
Van Gogh 4,5x6,5
10 – Van Gogh 4,5 x 6,5 mm.
Una miniatura Raffigurante un quadro di Van Gogh ed un quadro microscopico: La piana della Crau e Veduta del rione Croce.
Van Gogh 2 x 2,6 cm
11 – Van Gogh 2 x 2,6 cm
 Paes. marino 0,9x1,9
12 – Marina 0,9 x 1,9 mm.
 Un quadro microscopico ed una miniatura: due marine con barche:
Barche 5 x 10,8 mm.
13 – Barche 5 x 10,8 mm.
Barche 4 x 8 mm.
14 – Barche    4 x 8 mm.
Due quadri microscopici: un paesaggio marino e una riproduzione del Ponte di Langloise di Van Gogh
Paesaggio marino 2,6 x 7,2 mm.
15 – Paesaggio marino 2,6 x 7,2 mm.
Van Gogh 7,1x9,3 mm
16 – Van Gogh 7,1 x 9,3 mm.


Arte pittorica Musica e corso di chitarra di Stefano Busonero

flag uk  English web-site

I QUADRI PIÙ PICCOLI DEL MONDO

STEFANO BUSONERO (il Micropittore)

La pittura è vita, la pittura è pura emozione, la pittura è colore, la pittura è arte, la pittura ha il potere di farci dialogare con la Natura, la pittura è il linguaggio espressivo più alto e completo che l’uomo conosca. La Pittura è la purezza dell’Arte! Viva la Pittura! Viva l’Artista

Il Vostro ritratto dipinto dentro la monetina di un centesimo di euro.

Ritratto di bambino con gatto
Ritratto di bambino con gatto

Vi piacerebbe avere un ritratto, o una marina, realizzati a mano sul globo terracqueo di un centesimo di euro? Tutto questo è possibile!

Con la tecnica ad olio da me adottata si possono ottenere i risultati presentati nel ritratto qui a fianco raffigurato: si pensi che il volto del bambino effigiato misura poco più di due millimetri.

Pescherecci al fermo a Porto Santo Stefano.
Pescherecci al fermo a Porto Santo Stefano.

Oppure una marina dipinta nello stesso stravagante supporto pittorico?

L’intero globo che supporta tali raffigurazioni misura meno di 7 millimetri di diametro.

I dipinti sono stati eseguiti con tale pazienza, che definire “da certosini” è certamente riduttivo. Per la loro realizzazione ho impiegato lo stereoscopio. Una curiosità: la mia firma è estesa su due millimetri!

La mia tavolozza, il mio supporto pittorico ed il mio pennello:

Il supporto (una monetina da un centesimo), il pennello (una penna di un volatile infilato dentro la cavità di un ago di siringa) e la mia tavolozza (uno spezzone di nastro di carta adesiva) aderente al cent che contiene i colori da stendere.
Il supporto (una monetina da un centesimo), il pennello (una microscopica penna di un volatile infilata dentro la cavità di un ago di siringa) e la mia tavolozza (uno spezzone di nastro di carta adesiva) aderente al cent che contiene i colori da stendere.

I miei dipinti: le mie miniature

Marina dipinta nella cruna di un ago da sarta.
Marina dipinta nella cruna di un ago da sarta. Descritta ed ingrandita
Marina della Pilarella ci Porto Santo Stefano
Marina della Pilarella di Porto Santo Stefano, dipinta su una moneta da un centesimo

pescherecci in porto
Miniatura: pescherecci in porto, olio su plastica, dimensioni 6 x 7,3 millimetri.Questo dipinto è una marina realizzata dal vivo (come molti miei dipinti)

Quadro Microscopico: Natura morta con cipolle
Quadro Microscopico: Natura morta con cipolle, olio su plastica, dimensioni 2,5 x 3 millimetri (riproduzione Van Gogh)
Miniatura: Fiori, olio su plastica,
Miniatura: Fiori, olio su plastica, dimensioni 6,7 x 7 millimetri

Miniatura: Paesaggio marino, olio su plastica
Miniatura: Paesaggio marino, olio su plastica, dimensioni 20 x 25 millimetri

Un piccolissimo ago di siringa con dentro un paesaggio marino, dipinto in diretta televisiva nella trasmissione di “Buona domenica” su canale 5 da Maurizio Costanzo. Questo dipinto non può considerarsi semplicemente una miniatura. Questo dipinto per essere letto ha bisogno di uno stereoscopio.

Questa è una delle marine più piccole del mondo ed è stata dipinta in diretta televisiva a Buona Domenica su Canale 5
Questa è una delle marine più piccole del mondo ed è stata dipinta in diretta televisiva a Buona Domenica su Canale 5

Un breve riassunto del sito di Stefano Busonero

Il corso di pittura online

Mi sono permesso di dedicare alcune pagine di questo sito ad un breve corso di pittura. Trattasi innanzitutto di lezioni che non hanno la pretesa di insegnare grandi cose, ma di risolvere qualche piccolo problema a coloro i quali hanno intenzione di muovere i primi passi nel mondo del disegno e della pittura. Queste lezioni (pochissimo disegno e tanta pittura) si raggiungono dal menù principale sulla sinistra.

L’arte è la vetta più alta la quale l’uomo possa raggiungere; La pittura è il più bello e completo mezzo di comunicazione che l’uomo conosca; Il colore è la massima espressione dell’uomo: le gamme cromatiche creano un’infinità di emozioni; i capolavori dei grandi Maestri alimentano sempre più la creatività dei nuovi artisti; la pittura rende bello ciò che bello non è; la Pittura è Arte, la Pittura è toccare la natura fino ad immergercisi completamente dentro; la Pittura, i quadri, i colori, i pennelli, le tele sono il mio alimento principale. Evviva l’Arte! evviva la Pittura! Evviva l’Artista!

Corso di chitarra online

Brevissime, ma basilari, lezioni per introdurre i novelli chitarristi allo studio della chitarra classica attraverso la musica. Il corso presenta, talvolta, … un pizzico di … stravaganza.

Le lezioni in questo sito comprendono anche elementi di teoria musicale, scritti sfoltendo al massimo approfondimenti che porterebbero sicuramente in scuri meandri. Parte da zero proseguendo, passo dopo passo, per accompagnare l’allievo al trampolino di lancio, conferendogli la struttura per il proseguimento di qualsiasi altra tecnica chitarristica.

La formazione di base, checché se ne dica, è unica ed insostituibile: studio della chitarra classica. Questa, infatti, è l’ideale per chi voglia imparare questo meraviglioso strumento, anche senza l’aiuto del maestro.

I consigli tecnico-pratici sono spiegati nel modo più semplice possibile, sfiorando talvolta la banalità espressiva, ma si presentano ricchi di schemi per impostazioni delle mani (sinistra e destra), per accordi, scale e tanto altro … in abbondanza … accordi di canzoni famose

Perciò, anche per chi voglia intraprendere lo studio della chitarra elettrica o acustica è bene che si faccia le ossa sullo strumento classico, seguendo il presente corso e, perché no, anche altri presenti nel web.

È presente nel sito una sezione dedicata alla teoria della musica che aiuta moltissimo i principianti a non cadere nei comuni trabocchetti, sempre in agguato, di questo meraviglioso strumento.

Il corso sulla Teoria della Musica non deve farvi paura perché in queste pagine è sfoltito e reso più semplice possibile … ed in esso … nulla è dato per scontato.

 Presentazione della mia arte pittorica

In questo sito di pittura, nato da alcuni anni, che ho intenzione di far crescere ogni giorno sempre più e che diverrà il mio amato sito d’Arte ove inserire tutte le mie emozioni, potrete trovare le mie opere principali che sono le miniature, i microquadri (termine errato ma da me coniato per dire quadri microscopici: non vedrei bene neanche chiamarli micro quadri) le mie emozioni rappresentate in formato scheda telefonica con due titoli (il primo generico per tutti: “le mie emozioni” il secondo scritto sull’opera stessa che porta direttamente alla sensazione provata nel dipingerlo).

Quadri quasi metafisici. Molte di queste emozioni pittoriche fanno visualizzare ogni volta cose diverse e sono in continua metamorfosi come potrete scoprire anche voi concentrandovi in essi. Gli occhi sono la dominante di questi quadri (occhi in ogni angolo del quadro, occhi in primo piano) che io chiamo confidenzialmente “i miei piccolini”.

I miei amici pittori molto spesso non capiscono queste “stranezze” e mi consigliano di passare alle figure, ai ritratti, ai paesaggi ed alle marine. I quadri microscopici – tutte marine e paesaggi marini – eseguiti dentro la cruna di un ago e quelli eseguiti dentro il condotto di aghi di siringa li considero delle rarità.

Le marine ed i paesaggi raffigurano sempre l’Argentario ed in particolare Porto S. Stefano. Le micropitture che mi hanno portato spesso sotto i riflettori delle televisioni nazionali hanno fatto sì che mi attribuissero l’appellativo di Micropittore.

L’Argentario è uno dei più bei posti “marini” d’Italia e si trova in un’ottima posizione: molto vicino a Roma dove mi reco spesso per visitare i suoi musei, che molto hanno fatto e stanno facendo per lenire la mia fame di cultura artistica. Anche Firenze con i suoi musei, le sue gallerie ed i suoi luoghi d’arte mi attira fortemente.

Le opere rappresentate in questo sito sono di varia natura ed appartengono ai vari periodi della mia vita da artista che iniziò nel 1983 con la pittura figurativa. Il ritratto era in quegli anni il mio tema preferito. Dipinsi a quei tempi moltissimi ritratti di pescatori e di altre persone molto caratteristiche del posto.

Questo durò per oltre una decina di anni, quando per partecipare ad un concorso di miniature dovetti prendere in mano il pennello di grandezza triplo zero per lavorare su di un supporto della grandezza di un francobollo. Mi sembrava una missione impossibile, invece riuscii anche a particolareggiare il quadro ed a vincere il primo premio.

La cosa innescò in me la voglia di esplorare mete sconosciute come l’infinitesimo. Iniziai a dipingere con una lente d’ingrandimento su supporti di 15 millimetri di grandezza e riuscivo a tenere ferma la mano ed a particolareggiare il quadro nei suoi punti più descrittivi.

Alla fine comperai uno stereoscopio per poter lavorare con più precisione e riuscii a dipingere su supporti di plastica della grandezza di 4 – 5 mm. Continuando l’esplorazione del “microcosmo” mi cimentai nella pittura microscopica dipingendo dentro le crune di aghi da sarta e nelle cavità di aghi di siringa.

Li riempivo prima di pittura e poi ci dipingevo sopra paesaggi e soggetti a tema figurativo. Lavoravo i quadri più piccoli del mondo! Tutto questo durò fino al 2000. Mi rimangono oggi miniature dipinte ad olio – che partendo dai 10 x 10 mm. di dimensione – scendono fino al millimetro, scavalcandolo e raggiungendo la misura di 0,25 x 0,25  per un ritratto di Oliver Hardy dentro un ago di siringa. In quegli anni sono stato ospite di tante trasmissioni televisive su canali nazionali RAI e Mediaset con presentatori come Maurizio Costanzo, Sgarbi, Goria, Tiberio Timperi, Melba Ruffo, Roberta Capua, Antonella Clerici, Castagna.

La riproduzione dei contenuti e grafica, anche eseguita soltanto in parte, è vietata

Informazioni sui Vostri dati personali

Alexa Traffic Rank di busonero.itCosa è Alexa


The smallest paintings in the world

Stefano  Busonero

Stefano Busonero

The official  homologation issued in the famous Guinness Book of Records (Italian Edition 1996, page 186) awards his long  activity of a great pictorial engagement through which he, step by step, came in the year 1997, to present others microscopic paintings, succeeding in doing a microscopic paintings the size of which are 0.25 mm of diameter (0.049 mmq.) as in the case of the painting representing the face of Oliver Hardy made inside the cavity of a syringe needle or a marine landscape painted in the eye of a small tailor’s needle. Busonero has created such an artistic current (or tendency) as a provocation in order to demonstrate that the art of painting, besides not having pre-established limitations with regard to the style is not subjected to spatial boundary. On looking at these paintings, which, if observed by naked eyes, are nothing but little points, or little more, the observer is at a loss because he see almost nothing but the artist, in order to avoid such a disappointment to the observers, has thought to accompany his micropaintings with photoes adequately enlarged so everybody can immediately appreciate those paintings in front of which no one can be insensible.

What is astonishing is the fact that such very small pictures are well defined, even in their details, keeping intact the quality and perfection of larger paintings. The artist’s ability to operate in the field of the infinitely small, a virtue which comes to him from his uncommon skill and patience which have stimulated the interest and also the curiosity of modern means of communications, so that the artist has repeatedly been invited to show his canvas in successful TV programmes and some newspapers of great circulation have positively spoken about him and his works.

          His painting is mainly figurative, espressing a way of feeling, a conscious certainty of objects and nature, an unsuppressible need to represent the reality as it is on the base of the impressionistic tradition from which he has developed his personal evolution. But the artist sometimes abandon himself to the fascination of accurately reproducing some famous works created by the Paris School Masters to give them back the due appreciation and, at the same time, carrying a reverent challenge on the ground of the pure technical virtuosity which is carried on molecular dimension to which civilisation and science continually refer nowadays. The chief elements in this works are light and well balanced colours the optics syntesy of which proceed in a rationasl way offering to the observer an immediate enjoyment. This does not mean that his painting is static and repetitive, on the contrary there is a continuous and – I dare say – obsessing research of new chromatic approaching and of new techniques which denote great maturity and sensibility. The demon who always pushes him to go beyond, forces him to frequent reflective crises which are inevitably followed by a pause of meditation from which new ideas and vital lymph comes to his mind.

        How far in the time, even if they are tied up among them by a logical evolutive connection, seems to be the first period portraitist or the time of large size pictures characterized by marines, countryside of Maremma and the cycle of the original and fine painted geographical maps which were esteemed so good to be considered worth being printed..  Busonero is also willing to propose some works of his painted on already used Telephonic cards which are the result of a preceding creative experience, besides several studies in wich he reproduces some works by famous masters of Impressionis.

la riproduzione di contenuti e grafica, anche eseguita solo in parte, è vietata (Stebuson)


La pagina dei Pittori ospiti

 

La pagina dei Pittori ospiti

Ho deciso di mettere a disposizione una pagina per esporre le opere pittoriche di ogni artista che ne faccia richiesta ma che abbia le qualità del “Pittore”. Se pensi di avere dei buoni requisiti, questo sito ti può ospitare e quindi non esitare a contattarmi. Inserirò con piacere le tue opere in una delle mie pagine, e sono lieto di comunicare che saranno completamente costruite a titolo gratuito. Inviate il materiale foto (max. 50 Kb.) e curriculum.

Iacobelli Vincenzo

Vincenzo è un artista che con la sua pittura narra un mondo originale, genuino e romantico. Egli con la sua alta sensibilità al colore riesce a creare, nella stesura di una caldo cromatismo, raffinate modulazioni nella forma e nella spazialità e, a conferire movimento. La sua capacità di aprirsi con grande ecletticità lo porta ad una creatività che possiamo definire poetica. La sua coloristica, potente e talvolta violenta, è indice della sua spontaneità che spesso lo porta ai limiti tra fantasia e realtà, ma senza mai metterle in contrasto tra loro. Infine possiamo dire che Vincenzo, con le sue pitture elogia la natura ed il creato.

Il suo sito è http://www.137infiniti.eu/index.html

Iacobelli- farfalla
 
 
Loffredo Elio

Elio è un pittore con un senso coloristico che possiamo definire marino. La sua pittura ha plasticità, spazialità e movimento. Le sue tematiche, sempre marine, sono delle vere e proprie narrazioni di vita di mare vissuta. Il suo soggetto preferito è il veliero antico. Vive all’Argentario, il promontorio del famoso Palio Marinaro per il quale Elio Loffredo ne realizza ogni anno lo “Stendardo”.

 
 

Marturano Lidia – Torinese – Nata il 12/2/1969

Sin da piccola mostra interesse per il disegno e la pittura. Una costante spinta che le proviene dall’interno le fa percorrere costantemente la strada dell’arte frequentando spesso manifestazioni artistiche di varia natura. Oggi dipinge con la mente e con il cuore. Il suo motto è: “DIPINGERE RIUSCENDO A TIRARE FUORI LA SENSIBILITA’ PIU’ PROFONDA DEL MIO ESSERE, CERCANDO DI TRASMETTERLA A VOI ATTRAVERSO LUCI E COLORI”.

il suo sito è http://www.wix.com/lidiamarturano/wwwwixcomtecnodecoro

Lidia Marturano
 
 
Perillo Carlo Alberto

Distruzione, orrore, una ricca coloristica, al di là dello spazio e del tempo, naturalmente sempre attuali, ed una speranza ancora viva, la comprensione. Carlo Alberto è immerso in una continua ricerca per un interiore distacco dalla terrificante visione di tutto quello che accade e che accadde, fuori e dentro di noi. La sua incessante ricerca di un vero equilibrio che può condurre molto in alto, cioè alla luce ed alla creazione di una realtà alquanto diversa, al di là del bene e del male.

Il suo sito è http://www.carloalbertoperillo.com/

 
 
 
 

Irene Durbano e’ una giovane artista nata nel 1982 in provincia di Cuneo che ha iniziato il suo approccio con l’arte frequentando l’istituto d’arte di Saluzzo e terminati gli studi si e’ anche avvicinata al mondo del restauro lavorando presso la Bottega Audisio e delle sculture di vetro riciclato presso il laboratorio Le Meduse.

Il suo sito e’ : http://www.irenedurbano.it

Irene Durbano

 
 

Franco Meistro

Il pittore inizia la sua attività nell’ambito della pittura a metà degli anni sessanta. Dal pittore  Riccardo GRIFFO apprende le basi della pittura,  il cromatismo ed il tonalismo.

 Nel 1968 partecipa al concorso di pittura estemporanea “Premio Bergeggi” e gli viene conferita la medaglia d’oro …….

Martina


Gli scritti di Stefano Busonero

Storielle stravaganti di un eccentrico santostefanese

ISBN: 9788867515912 e 9788867518555 (reperibile nelle librerie online)

Le quarantanove storielle, quasi tutte autobiografiche, nascono dal profondo desiderio dell’autore di esternare le più singolari emozioni succedutesi nei vari momenti della sua vita, comprese quelle relative al periodo dell’infanzia:

  • Non aveva ancora compiuto il quarto anno di età quando si ferì la mano con un grosso coltello da cucina, a cui seguì una brutta infezione (Lo straccetto nero).

  • A distanza di poco tempo, in seguito ad uno scherzo di cattivo gusto della sorella, conobbe il terrore di chi viene rapito dagli zingari per essere usato come mendicante (La piccola lavagna).

  • Non aveva ancora raggiunto i cinque anni quando, intromettendosi in una gara tra fanciulle, organizzata dalla scuola, di nascosto sostituì le foto in concorso con quelle pornografiche … attendendo, al momento del vaglio, le espressioni stupefatte del direttore e della maestra (Il mondo bello).
  • A sette anni rimase per diverse ore prigioniero in un tombino, al buio, entro uno spazio pari a poco più di un metro cubo (Il tombino).
  • All’età di dodici anni aveva trovato un sistema infallibile per fregare le palline ai compagni di gioco (Le scarpe prodigiose).
  • Sempre a dodici anni burlò gli abitanti di più vicoli ed una squadra di pronto soccorso (Il ferro da calza)
  • Ecc. … … …
  • Infine … spiega al lettore come sia riuscito ad esporre le sue opere pittoriche in due importanti musei (Le mie opere agli Uffizi ed a Palazzo Pitti).

Fatelo leggere anche ai vostri bambini: è un libro genuino ed innocente!

Storielle stravaganti di un eccentrico santostefanese

Un libro pieno di emozioni e di curiosità, da leggere tutto in una volta senza mai alzare gli occhi dalle pagine e … … … da sfogliare anche durante il pasto.

Un libro il cui contenuto scorre fluido anche per chi lo legge senza seguire un preciso ordine di sequenza … … … però … …

A chi può interessare un cappello che galleggiava?

  • Lo slittino fatto con una tavola di botte?

  • Oppure lo straccetto nero per coprire una ferita?

  • O una piccola lavagna rubata ad un bambino?

  • O il gioco del “Mondo bello” di fanciulle?

  • O le scarpe vecchie gettate nella spazzatura?

  • O il ferro da calza infilato in una gamba?

  • O uno scherzo da prete?

  • O il graffio ad una macchina sportiva?

  • O le opere di un perfetto sconosciuto che dice di esporre agli Uffizi e a Palazzo Pitti?

Altro libro: Dipingere al di là della tecnica, col cuore e l’emozione


I grandi musei

I grandi musei online

I principali musei italiani: nel sito, da me gestito, www.frammentiarte.it

Un interessante itinerario artistico nei musei delle principali città italiane cliccando sul link di Frammentiarte (sopra) potrete prendere prenotazioni per visitare i seguenti musei o gallerie d’Arte:

Musei, collezioni, e gallerie d’Arte di Ancona e provincia;
Musei parrocchiali e civici di Aosta
Musei , collezioni d’arte, pinacoteche, gipsoteche, Antiquarium ed altro di Bari e Provincia.
Musei civici ed  archeologici, raccolte d’arte e pinacoteche di Bologna e provincia
Musei, raccolte d’Arte e gallerie di Cagliari e nella Sardegna
Musei Colitti ed il Provinciale Sannitico di Campobasso
Musei, Musei delle carrozze e della seta, gipsoteca nella città di Catanzaro
Musei, collezioni, gallerie d’Arte nella città dell’arte: Firenze
Musei, gallerie d’arte e collezioni d’Arte nella città di Genova
Musei di Scienze Naturali , Speleologia e di Arte contemporanea a l’Aquila
Musei, pinacoteche e gallerie, Raccolte d’Arte,  di Milano
Musei civici ed archeologici, musei artistici e pinacoteche, gallerie nella città di Napoli
Musei, gallerie e Fondazioni di Palermo
Musei, Gallerie e gipsoteche di Perugia
Museo Archeologico Provinciale di Potenza
Musei Archeologico, Agrumario, Tessile, Paleomarino ed il  San Paolo di Reggio Calabria
Musei, gipsoteche, gallerie, pinacoteche, Raccolte d’Arte e tanto altro a Roma e nel Vaticano
Il Complesso Museale, l’Accademia dei Fisiocritici, il Duomo ed tanto altro a Siena
Musei gallerie e pinacoteche di Torino
Musei e Castello del Buonconsiglio a Trento
Musei gallerie e luoghi d’Arte di Trieste
Musei, gallerie, pinacoteche, logge e le celebri stanze di Raffaello a città del Vaticano
Musei, pinacoteche, collezioni  e luoghi d’Arte a Venezia:

Siti web dei principali musei internazionali

Louvre

Il Museo del Louvre di Parigi non ha bisogno nessuna spiegazione. In Esso c’è di tutto: le migliori opere dei più grandi maestri di tutti i tempi

Veduta del Corridoio degli Uffizi

E’ uno dei musei più importanti del mondo per le sue eccezionali collezioni di opere e di statue, prevalentemente, antiche Le raccolte agli Uffizi, del Trecento e del periodo Rinascimentale contengono vari capolavori unici nella storia dell’arte. Basti ricordare nomi come Simone Martini, Giotto, Piero della Francesca, Angelico, Botticelli, Filippo Lippi,  Correggio, Mantegna, Leonardo, Michelangelo, Caravaggio.

Musei di roma

 Troverete in questo sito i contatti con i seguenti musei o gallerie: Il Il Colosseo, la Domus Aurea chiusa, la Galleria Borghese, la Galleria Doria Pamphilj, laGalleria Nazionale d’Arte, la Moderna e Contemporanea, i Musei Capitolini, il Museo Napoleonico, il Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo, il il Museo della Civiltà Romana, illi Palazzo Altemps, il Palazzo Barberini, il Palazzo delle Esposizioni, ilPalazzo Massimo

Francesco Buranelli, Direttore dei Musei del Vaticano, è lieto di darvi il benvenuto nel loro sito web. Spera possa rappresentare un utile mezzo di conoscenza e di accesso alla vasta e complessa realtà delle collezioni artistiche che hanno oltre cinque secoli di vita e che ……..

Sito molto interessante scritto in lingua inglese

 

Musei civici di Venezia

Il questo interessante sito dei musei civici di Venezia potrete trovare: modalità di prenotazione in rete, la tua visita ai musei o alle mostre dei Musei Civici Veneziani, la Presentazione del complesso, i musei in breve, Orari e indirizzi, Biglietti e prenotazioni, la Mappa, l’accessibilità, il Regolamento di Visita, i Negozi, la Carta dei servizi, gli amici, gli avvisi urgenti, le Newsletter.

Metropolitan Museum of Art

Un bellissimo sito che parla di un importante museo: quello del Metropolitan Museum of Arti. Il sito è in lingua inglese.

Le collezioni di questa celebre pinacoteca nascono dalla concentrazione delle opere requisite a seguito degli abbattimenti di conventi e chiese attuate nel periodo teresiano e quello napoleonico. Come le Gallerie di Bologna eVenezia, anche la nostra pinacoteca aveva ben precisi scopi didattici e quindi si affiancò all’Accademia delle Belle Arti, fondata nel 1776 da Maria Teresa d’Austria.

Firenze Musei Sito Ufficiale

   In questo sito potrete trovare: Laa Galleria degli Uffizi, la Galleria dell’Accademia, la  Galleria Palatina, il  Museo degli Argenti, la  Galleria d’Arte Moderna, i  Cenacoli, il Giardino di Boboli, le Cappelle Medicee, il Museo di San Marco, il Museo Archeologico, il Museo Nazionale del Bargello, le Ville Medicee, il Museo dell’Opificio delle Pietre Dure.

La celeberrima Galleria inglese
Museo di Prado

Il sito del Museo Nacional del Prado vi da il benvenuto, vi mostra la sua collezione, la sua esposizione, la sue attività, e poi … detto in spagnolo  la Educación, la Investigación, la Enciclopedia e … Más Prado…