Sognai apocalisse all’Argentario: emozione pittorica

Il sogno riguarda l’Argentario, è tremendamente brutto ed assai  difficile da descrivere, perciò proverò a raccontarlo con le mie raffigurazioni pittoriche entrando subito nel dunque.

Sogno, sapendo  di sognare:  il mio paese, Porto S. Stefano,  è avvolto da una calma assoluta e da un silenzio irreale ed inquietante. Mi trovo nella piazza del paese ed osservo il mare in lontananza, con le barche a vela.  La distesa delle acque  è quasi immobile, si respira un’aria greve che mozza il respiro. Quando torno a guardare il mare, le acque sono sconvolte.

preludio
193 b6 preludio

Fuggo  e con una corsa affannosa  raggiungo il porto: lo spettacolo è sconvolgente: il cielo è percorso da nubi infuocate e cadono schegge grosse come palazzi, i pescherecci sono minacciati dal fuoco e dal mare emergono creature allucinanti e mostruose.

194 b6 calma
194 b6 calma

In preda al terrore  perdo ogni capacità di raziocinio, ritorno nella piazza principale e trovo uno spettacolo terrificante: le case della Pilarella esplodono,  mentre, contro il cielo tempestoso, si profilano figure mostruose

203 b6 evento
203 b6 evento

Volgo lo sguardo nella direzione opposta  e scorgo che  un enorme,  mostruoso animale divora  la fortezza spagnola, tra bagliori,  fiamme , boati , il calore è insopportabile.

212 b6 sgomento
212 b6 sgomento

Il calore pervade il mio corpo, mi arde,  dirigo lo sguardo verso il rione della Croce (per i santostefanesi vedi questo) dove fiamme alte decine e decine di metri devastano le costruzioni ormai ridotte a scheletri roventi, in lontananza  esplosioni terribili scuotono la terra e bagliori infernali illuminano il campanile.

223-b6-cosa-e
223-b6-cosa-e

Il mare in tempesta assume colori verdi e gialli, le barche stanno per affondare e le navi che prendono fuoco.

218 b6 calamità
218 b6 calamità

Cerco scampo  verso la  campagna, ma sono bloccato da  esplosioni e fiamme ………

219 b6 evento
219 b6 evento

Esco correndo  dal paese ma mi si presentano  scene ancora più irreali e spaventose …… il mare del Pozzarello mi terrorizza!.

221 b6 bisogno
221 b6 bisogno

Salgo su una barca a vela e, tra le onde immani, cerco scampo  verso Telamone, ma un grosso cetaceo mi viene incontro e mi costringe a tornare verso riva.

142A5 Il senso del calore
142A5 Il senso del calore

Ritorno a Porto S. Stefano ormai  devastata dalle fiamme ……. mi sveglio e ………..

220 b6 vita
220 b6 vita

provo ad immaginare la vita che verrà …………… eccola

apocalisse – effetti emozionali


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *