Testo e accordi di Torna a Surriento

Torna a Surriento è una popolarissima canzone napoletana composta dai fratelli Ernesto (musica) e Giambattista (testo) De Curtis nel lontano 1902. Tre anni più tardi venne pubblicata e protetta da copyright (giugno del 1905, interpretata del tenore Mario Massa).

Da allora fino ad oggi è stata eseguita da numerosissimi cantanti dal calibro di Beniamino Gigli, Tito Schipa, Pavarotti, Placido Domingo, Dean Martin, Elvis Presley, José Carreras, Meat Loaf, Franco Corelli, Mario Lanza, Robertino Loretti, Giuseppe Di Stefano, Andrea Bocelli, Giuni Russo e Francesco Albanese.

La canzone, che come già detto venne ufficialmente presentata nel 1902, si pensa fosse stata eseguita dal duo Maria Capiello e Giovanni Ambrosini in occasione del soggiorno dell’allora presidente del consiglio (Giuseppe Zanardelli) a Sorrento nell’hotel gestito dal sindaco Guglielmo Tramontano. In quella manifestazione fu riferito che il brano “Torna a Surriento” fu composto ad hoc su richiesta dello stesso sindaco, per ricordare al capo del governo di mantenere alcune promesse fatte, riguardanti una serie di opere pubbliche a Sorrento, tra cui la costruzione in toto di una rete fognaria all’epoca inesistente.

Il video, ove faccio la melodia in LAm (e LA maggiore) è accompagnato dal Giocatore in quattro quarti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *