Le scala di La maggiore vista sulla tastiera della chitarra

Per l’esecuzione della scala di La maggiore del seguente spartito, iniziare al capotasto (corda 5 a vuoto) per raggiungere poi la quarta posizione sulla quarta corda (fa#), eseguendo il portamento col dito n° 1, quindi eseguire un ulteriore portamento per raggiungere la nona posizione (Si). Infine è necessario un altro portamento per raggiungere il quattordicesimo tasto con il dito n° 1. Continuare verso la terza ottava. Eseguire la fase discendente rispettando la diteggiatura. La scala sul rigo musicale non è per il principiante.

Scala di La maggiore con estensione di tre ottave:

Scala di La maggiore
Scala di La maggiore sul rigo musicale

Si può partire, volendo, anche dalla sesta corda (quinto tasto, dito n° 4). Anche in discesa si può terminare la scala con lo stesso dito (4), stesso tasto (5) e stessa corda (6).

La scala di La maggiore è formata dalle note La – Si – Do# – Re – Mi – Fa# – Sol# – La. Essa ha tre diesis (sul Fa, sul Do e sul Sol) e la rispettiva scala somigliante è quella del Fa# minore.

Configurazione generale della scala di La maggiore
Configurazione generale della scala di La maggiore vista nella tastiera della chitarra. Ogni nota con il diesis (Fa – Do – Sol) corrisponde esattamente a quella successiva provvista di bemolle (Solb – Reb – Lab).

Le note di questa scala maggiore corrispondono a quella melodica del Fa# minore ma soltanto quando la fase è discendente.

La scala di La maggiore eseguita al capotasto
La scala di La maggiore eseguita al capotasto. Si può benissimo scegliere la variante della seconda corda suonata a vuoto, saltando il Si della terza corda (quarto tasto) fatto con il dito n° 4.

scala di La maggiore eseguita in seconda posizione
Sopra è indicata la scala di La maggiore eseguita in seconda posizione. Quelle palline verdi sulle corde del Si e del Mi cantino stanno ad indicare che possono sostituire le note fatte rispettivamente  sulla terza e seconda corda dal dito numero 4. Oltre ad esercitarsi su entrambe le posizioni si consiglia però di distinguerle nettamente per non avere in seguito problemi sui trasporti improvvisati delle tonalità.

scala musicale di La maggiore
Sopra viene presentata la scala musicale  di La maggiore eseguita in quarta posizione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *