Testo e accordi di "Quello che non c’è"

“Quello che non c’è” è una nota canzone italiana scritta ed interpretata dal gruppo musicale Afterhours. Il fortunato brano fu pubblicato nel 2002 con l’omonimo album della band. Il volume, contenente nove canzoni, è il sesto in assoluto degli Afterhours e il primo dopo l’uscita del chitarrista Xaber Iriondo, tempestivamente sostituito da Giorgio Ciccarelli.

Le nove tracce del CD: Quello che non c’è, Bye bye Bombay, Sulle labbra, Varanasi baby, Non sono immaginario, La gente sta male,  Bungee jumping, Ritorno a casa, Il mio ruolo.

Sotto è riportato il testo integrale della canzone:

Ho questa foto di pura gioia

E’ di un bambino con la sua pistola

Che spara dritto davanti a se

A quello che non c’è

Ho perso il gusto, non ha sapore

Quest’alito di angelo che mi lecca il cuore

Ma credo di camminare dritto sull’acqua e

Su quello che non c’è Arriva l’alba o forse no

A volte ciò che sembra alba Non è

Ma so che so camminare dritto sull’acqua e

Su quello che non c’è

Rivuoi la scelta, rivuoi il controllo

Rivoglio le mie ali nere, il mio mantello

La chiave della felicità è la disobbedienza in se

A quello che non c’è

Perciò io maledico il modo in cui sono fatto

Il mio modo di morire sano e salvo dove m’attacco

Il mio modo vigliacco di restare sperando che ci sia

Quello che non c’è Curo le foglie, saranno forti

Se riesco ad ignorare che gli alberi son morti

Ma questo è camminare alto sull’acqua e

Su quello che non c’è

Ed ecco arriva l’alba so che è qui per me

Meraviglioso come a volte ciò che sembra non è

Fottendosi da se, fottendomi da me

Per quello che non c’è.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *