Spartito, testo e accordi di La casa del Sole – House of the Rising Sun

The House of the Rising Sun (La casa del sole nascente o, semplicemente, La casa del Sole) è una popolarissima canzone folk americana di autore ignoto. Non si conosce neanche la collocazione cronologica ma si pensa appartenga alla prima metà dell’Ottocento. Altri – tra cui ricordiamo Alan Lomax, uno studioso di musica folcloristica – invece sostengono che il brano esistesse già nel Seicento e che faceva parte della Matty Groves, una ballata tradizionale inglese il cui testo fu scritto da una coppia di abitanti del Kentucky: Georgia Turner e Bert Martin.

Nel corso di quasi due secoli (o forse quattro se si considera la seconda ipotesi) sono state rielaborate numerosissime versioni, tra le quali ricordiamo la più importante, ovvero quella pubblicata nel 1964 dagli “Animals”, che in poco tempo raggiunse il primo posto nelle classifiche degli Stati Uniti, Canada e parte del continente europeo (Svezia, Regno Unito e Finlandia). In altri paesi, pur non raggiungendo la vetta più alta, la canzone ottenne comunque un grande successo.

Nel 1999 The House of the Rising Sun ottenne il Grammy Hall of Fame Award.

La più antica e documentata versione de “La casa del sole” è quella pubblicata nel 1933 da Clarence “Tom” Ashley, che in un’intervista affermò di avere imparato la canzone (musica e testo) da suo nonno, ma altri sostengono che esista anche un’incisione del 1928 (nessun 78 giri riferito a tale data però è mai stato trovato) cantata da Alger “Texas” Alexander con il titolo The Risin’ Sun. Di tale incisione non si conoscono né il testo né melodia e, quindi, non si sa neanche se si tratti dello stesso brano.

Le versioni che divennero famose sono due: una al maschile e una al femminile. La prima parla dei problemi di un ragazzo che si accorge di aver vissuto parte della propria vita nel peccato frequentando la “Casa del sole nascente” che, oltretutto, lo rendeva anche infelice; quella femminile descrive invece la vita di una ragazza pentita di essersi prostituita e poi costretta a restare nella “Casa del sole” per poter vivere.

Testo originale al femminile

There is a house in New Orleans

They call the Rising Sun.

It’s been the ruin of many a poor girl,

And me, O God, I’m one.

If I had listened what Mama said,

I’d ‘a’ been at home today.

Being so young and foolish, poor boy,

Let a rambler lead me astray.

Go tell my baby sister

Never do like I have done

To shun that house in New Orleans

They call the Rising Sun.

My mother she’s a tailor,

She sewed those new blue jeans.

My sweetheart, he’s a drunkard, Lord, Lord,

Drinks down in New Orleans.

The only thing a drunkard needs

Is a suitcase and a trunk.

The only time he’s satisfied

Is when he’s on a drunk.

Fills his glasses to the brim,

Passes them around

Only pleasure he gets out of life

Is hoboin’ from town to town.

One foot is on the platform

And the other one on the train,

I’m going back to New Orleans

To wear that ball and chain.

Going back to New Orleans,

My race is almost run.

Going back to spend the rest of my days

Beneath that Rising Sun.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *