Ritmi per chitarra: alcuni ritmi stoppati

Si ricorda che i ritmi sotto riportati sono stati semplificati e, quindi, da considerare solo come base di partenza.

Lo smorzamento di uno o più accordi incontrati in una misura è quello che, insieme ai valori, alle sequenze ed ai modi delle pennate (su o giù), caratterizza il ritmo. Molto spesso le stoppate del suono nei vari tempi (primo, secondo, terzo, quarto, forte, debole, terzinato, di filling, ecc…) vengono impiegate per personalizzare anche i ritmi più famosi, rendendoli talvolta gradevoli all’orecchio e altre volte conferendogli caratteristiche assolutamente sconvolgenti, non più adatte alle canzoni che si dovrebbero accompagnare. Occorre fare molta attenzione perche le stoppate spesso riescono a spostare gli accenti facendo cambiare la percezione del ritmo nel corso della battuta, mettendo quindi a dura prova il compagno che sta eseguendo la parte melodica.

Le stoppate (o smorzate), come riportato nelle precedenti pagine, possono essere eseguite tramite allentamento della presa della mano sinistra (quando la pennata colpisce accordi che interessano soltanto le corde premute, oppure – meglio ancora – accordi in barrè), o con il taglio del palmo della mano destra nell’attimo immediatamente successivo alla pennata. Nei ritmi particolarmente lenti i suoni possono essere smorzati con la sinistra anche con accordi contenenti note con corde a vuoto. In tal caso ci si aiuta con il mignolo ponendolo leggermente per un istante sopra le sei corde.

Qui sotto vengono riportati soltanto alcuni fra gli innumerevoli “ritmi stoppati”.

Primo ritmo stoppato

(o anche “ritmo smorzato”, sia per questo che per gli altri successivi):

Nel seguente ritmo (4/4) le quattro pennate sono tutte stoppate e con lo stesso valore. Questo è certamente un “non ritmo” e va quindi caratterizzato. Possiamo agire variando l’intensità delle pennate, accentando il primo tempo e rendendo meno sonori gli altri tre. I puntini sopra le note significano, per l’appunto, che gli accordi debbono essere suonati “staccati”.

Scarica il ritmo audio midi

Ritmo stoppato 1

Secondo ritmo stoppato:

Il seguente ritmo ha le pennate stoppate nel secondo e quarto movimento. I punti sopra le note indicano, per l’appunto, lo “staccato”..

Scarica il file audio midi del ritmoascolta il ritmo a velocità più sostenuta

Ritmo stoppato n° 2

Terzo ritmo stoppato:

Il seguente ritmo ha tutte le pennate stoppate. Non occorre precisione nel prendere i giusti bassi, che possono essere 2 e 3 assieme, o addirittura anche uno solo, qualsiasi esso sia.

Scarica il file audio midi del ritmoascolta il ritmo a velocità più sostenuta

Ritmo stoppato n° 3

Quarto ritmo stoppato:

I due ritmi successivi hanno due movimenti smorzati: nel n° 4a vengono stoppate le prime crome del secondo e quarto movimento, mentre nel 4b vengono smorzate tutte le crome. Ascoltate bene la differenza tra essi.

Scarica il file audio midi del ritmo 4aascolta il ritmo a velocità più sostenuta.

Scarica il file audio midi del ritmo 4bascolta il ritmo a velocità più sostenuta.

ritmo stoppato n° 4
Ritmo stoppato n° 4b

Quinto ritmo stoppato:

 I due ritmi successivi (5a e 5b), come in quelli precedenti, hanno due movimenti smorzati: nel n° 5a vengono stoppate le prime crome del secondo movimento e le semiminime del quarto movimento (le semiminime perdono quindi il loro valore acquistando una pausa), mentre nel 5b la differenza sta soltanto nel fatto che vengono smorzate entrambe le crome del secondo movimento. Ascoltate bene la differenza tra essi.

Scarica il file audio midi del ritmo 5aascolta il ritmo a velocità più sostenuta.

Scarica il file audio midi del ritmo 5bascolta il ritmo a velocità più sostenuta.

Ritmo stoppato n° 5a
Ritmo stoppato n° 5b

Sesto ritmo stoppato:

 I due ritmi successivi (6a e 6b), come quelli (5a-b) appena visti sopra, hanno due movimenti smorzati: nel n° 6a vengono smorzate le prime crome del secondo e quarto movimento, mentre nel 6b la differenza sta nel fatto che vengono stoppate entrambe le crome dei movimenti interessati. Ascoltarne attentamente la differenza – e capirla – è di fondamentale importanza perché aiuta l’orecchio alla percezione “un po’ più raffinata” del ritmo.

Le pennate sono tutte alternate e scorrono senza problemi ma – volendo, se la canzone da accompagnare è abbastanza lenta – si possono impiegare anche tutte pennate in giù.

Scarica il file audio midi del ritmo 6aascolta il ritmo a velocità più sostenuta.

Scarica il file audio midi del ritmo 6bascolta il ritmo a velocità più sostenuta.

Ritmo stoppato n° 6a
Ritmo stoppato n° 6b


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *