4 ritmi latini per chitarra: Bossa Nova, Mambo, Calypso, Guaracha

Bossa Nova, Mambo, Calypso, Guaracha

Si ricorda che i ritmi sotto riportati sono stati semplificati e, quindi, da considerare solo come base di partenza.

Bossa Nova:

Il ritmo della Bossa Nova, che ebbe origine in Brasile intorno al finire degli anni Cinquanta, deriva da altre musiche tradizionali di quell’area geografica, in particolare dal Samba Canção (il caratteristico Samba di “metà dell’anno” nato nel scorso secolo verso la fine degli anni Venti). La Bossa Nova riporta alla “rive gauche” francese e, soprattutto, ai tempi di Juscelino Kubitschek quando era in corso lo storico sviluppo economico e nazionalista brasiliano.

Il ritmo in esame, considerato come un nuovo modo di eseguire il Samba, fu inizialmente criticato con asprezza a causa della forte somiglianza, in fatto di armonia, al Jazz praticato nell’altra America. I testi delle canzoni riferiscono generalmente a temi frivoli e superficiali narrando la vita “carioca” di Rio de Janeiro (il termine “carioca”, che si usa per indicare gli abitanti di quella città, in passato si riferiva alla popolazione di indios presenti in quella regione, quando nel 1500 vi arrivarono i Portoghesi). La Bossa Nova è intorno ai 140 bpm, con un campo che va dai 120 ai 160 battiti per minuto.

Scarica i file audio midi del ritmo: primosecondo (si tenga presente che il colpo di percussione coincide con la croma del primo tempo)

Bossa nova
Variazione Bossa Nova

Mambo:

Il ritmo del Mambo, il cui termine tradotto alla lettera dalla lingua Kikongo (parlata dagli schiavi cubani portati in Africa centrale) significa “conversazione con gli dei”, è un ballo di origini cubane che subì diverse forme di integrazioni, sia a Cuba che fuori da essa. Più tardi, infatti, il Mambo si sviluppò in Messico ed negli U.S.A. La prima canzone moderna di grande successo fu quella dal titolo “Mambo”, per l’appunto, scritta nel 1938 dai fratelli Cachao ed Oreste López. La velocità di esecuzione del Mambo è intorno ai 112-120 bpm.

Scarica il file audio midi del ritmo (si tenga presente che il colpo di percussione coincide con la semiminima del primo tempo).

Mambo

Calypso (Calipso):

Il ritmo del Calypso ebbe origini nei primi anni dello scorso secolo nelle isole caraibiche (Trinidad) ma è un derivato della cultura afroamericana degli schiavi che a quei tempi venivano sfruttati in quelle zone. Probabilmente la ragione per cui si sviluppò questo genere musicale, a forti contenuti politici, è da ricercarsi nel metodo di comunicare impiegato dagli stessi schiavi africani, costretti a lavorare sotto sorveglianza, nelle piantagioni. Più tardi, quando i francesi portarono il Carnevale nei Caraibi, la musica del Calypso venne integrata con altri elementi folcloristici che ne aumentarono la popolarità, destinata ad esplodere letteralmente nel 1834, anno in cui fu abolita la schiavitù. Il Calypso, soprattutto nel primo periodo, veniva spesso censurato dalle nazioni interessate a quell’area geografica, tra le quali si ricordano i Britannici che più di altri ne contrastavano i contenuti di protesta, assai scomodi per le autorità. Il Calipso si suona con il metronomo intorno ai 112 bpm.

Scarica il file audio midi del ritmo (si tenga presente che il colpo di percussione coincide con la croma del primo tempo).

Calypso

Guaracha:

La Guaracha è un genere musicale, cantato e ballato di origini cubane, il cui termine incominciò ad essere usato intorno alla fine del Settecento. Essa rappresentava le musiche nei saloon e nei teatri musicali frequentati dei ceti bassi. A metà Ottocento la Guaracha diventò parte integrante nel teatro comico Bufo. Più tardi (Ottocento-Novecento) le guarachas diventarono le forme musicali preferite nei locali malfamati e nei bordelli cubani.

Il ballo è oggi quasi dimenticato e si trova perlopiù nei repertori delle big band di stile cubano. Il ritmo della Guaracha si esegue più o meno alla velocità di 86-90 bpm.

Scarica il file audio midi del ritmo (si tenga presente che il colpo di percussione coincide con la semiminima del primo tempo)

guaracha


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *